X

Accesso utenti autorizzati

18112017 #Re-StartInnovation:
Premio”PrimaIdea”perduestartup - Re-Start Innovation:
Premio ”Prima Idea” per due start up

Una sezione importante dell´iniziativa sarà dedicata alla promozione delle start-up operanti nei settori legati allo sviluppo sostenibile e al miglioramento della qualità della vita, nei quali, tra l´altro, il soggetto proponente, il consorzio ´La Mia Energia Scarl´, può vantare, un buon know-how.

Questi settori offrono buone opportunità imprenditoriali e di crescita sul piano professionale. Nel complesso si tratta di un comparto caratterizzato da forti indici di espansione, in termini di numero d´imprese, occupati e fatturato. Nel settore delle fonti alternative di energia, nel giro di pochi anni, si è superata la soglia del 40% del fabbisogno nazionale. Anche altri settori strettamente connessi, riconducibili quasi tutti al tema del risparmio energetico (smart cities, bioedilizia, filiera corta in agricoltura, ecc.), stanno vivendo una buona fase di crescita.

I temi legati all´ambiente hanno una forte capacità attrattiva, soprattutto nei confronti dei giovani perché costituiscono l´ambito ottimale nel quale impiegare le cognizioni apprese durante la formazione scolastica (sia tecniche che umanistiche) e nel quale esercitare concretamente il loro senso civico (soprattutto in termini di difesa dell´ambiente, abbattimento dell´inquinamento, riduzione dei consumi energetici, ecc.).

L´approccio a questi temi è stato ed è facilitato, inoltre, dallo sviluppo delle tecnologie legate alla ITC (nei confronti delle quali i giovani sono particolarmente versati), perché consentono, da una parte, una migliore circolazione delle idee e delle informazioni e, dall´altra, facilitano l´individuazione e la realizzazione di soluzioni impensabili fini a pochi anni fa. Affrontare le problematiche dello sviluppo sostenibile in chiave smart significa, infatti, individuare le giuste coordinate e focalizzare le soluzioni possibili e concrete in tempi molto più ridotti rispetto al passato. Significa, anche, entrare a far parte di un ambiente tecnico-culturale dalle potenzialità di espansione praticamente illimitate. Ad oggi, la rete di oggetti connessi è formata da 15 miliardi di unità ed è destinata a raddoppiarsi nel giro di pochi anni. Non è un caso se molte delle start-up innovative costituite di recente hanno come scopo la realizzazione di piattaforme e applicativi (app), utilizzabili in ambito professionale-imprenditoriale e/o personale.