X

Accesso utenti autorizzati

Finalità delle giornate 25/26/27 Maggio


PROMOZIONE DELLE START-UP INNOVATIVE IN GENERALE.

Attraverso il workshop è stata offerta a tutte le start-up del Lazio e del Centro-Sud una finestra per farsi conoscere e per affacciarsi sui mercati, al fine di approfondire la conoscenza dei meccanismi e delle dinamiche che li regolano.

Il workshop è stato inserito anche nell´alveo delle iniziative tese a colmare il gap esistente fra imprese innovative e imprese non innovative. Nonostante le rilevanti eccellenze in molti settori, il sistema delle PMI presenta ancora alcune lacune, soprattutto nel campo della innovazione tecnologica e nei processi di integrazione degli impianti produttivi in un sistema informatico.

Tale problematica, diffusa in tutto il territorio nazionale, ha una buona focalizzazione proprio nell´area nella quale si è svolto il workshop (il Cassinate), caratterizzata da una forte presenza di aziende del settore automobilistico e di altri settori manifatturieri, in fase di profonda trasformazione e alle prese con la concorrenza competitiva di altre aziende e di altri territori.

Con il workshop si è puntato a far emergere, da una parte, i bisogni d´innovazione delle aziende esistenti e, dall´altra, le possibili soluzioni offerte dall´ecosistema delle start-up presenti nell´area, nel Lazio ed anche nell´area vasta del Centro-Sud Italia.


PROMOZIONE DELLE START-UP DELLA ´GREEN ECONOMY´

Una sezione importante dell´iniziativa è stata dedicata alla promozione delle start-up operanti nei settori legati allo sviluppo sostenibile e al miglioramento della qualità della vita, nei quali, tra l´altro, il soggetto proponente, il consorzio ´La Mia Energia Scarl´, può vantare, un buon know-how.

Questi settori offrono buone opportunità imprenditoriali e di crescita sul piano professionale. Nel complesso si tratta di un comparto caratterizzato da forti indici di espansione, in termini di numero d´imprese, occupati e fatturato. Nel settore delle fonti alternative di energia, nel giro di pochi anni, si è superata la soglia del 40% del fabbisogno nazionale. Anche altri settori strettamente connessi, riconducibili quasi tutti al tema del risparmio energetico (smart cities, bioedilizia, filiera corta in agricoltura, ecc.), stanno vivendo una buona fase di crescita.

I temi legati all´ambiente hanno una forte capacità attrattiva, soprattutto nei confronti dei giovani perché costituiscono l´ambito ottimale nel quale impiegare le cognizioni apprese durante la formazione scolastica (sia tecniche che umanistiche) e nel quale esercitare concretamente il loro senso civico (soprattutto in termini di difesa dell´ambiente, abbattimento dell´inquinamento, riduzione dei consumi energetici, ecc.).

L´approccio a questi temi è stato ed è facilitato, inoltre, dallo sviluppo delle tecnologie legate alla ITC (nei confronti delle quali i giovani sono particolarmente versati), perché consentono, da una parte, una migliore circolazione delle idee e delle informazioni e, dall´altra, facilitano l´individuazione e la realizzazione di soluzioni impensabili fini a pochi anni fa. Affrontare le problematiche dello sviluppo sostenibile in chiave smart significa, infatti, individuare le giuste coordinate e focalizzare le soluzioni possibili e concrete in tempi molto più ridotti rispetto al passato. Significa, anche, entrare a far parte di un ambiente tecnico-culturale dalle potenzialità di espansione praticamente illimitate. Ad oggi, la rete di oggetti connessi è formata da 15 miliardi di unità ed è destinata a raddoppiarsi nel giro di pochi anni. Non è un caso se molte delle start-up innovative costituite di recente hanno come scopo la realizzazione di piattaforme e applicativi (app), utilizzabili in ambito professionale-imprenditoriale e/o personale.


L´INIZIATIVA PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA D´IMPRESA

Il terzo tema è stato rappresentato dalla promozione e dalla diffusione della cultura d´impresa, soprattutto fra le nuove generazioni e non solo. Lo scopo era quello di stimolare chi è in possesso di un´idea, di capacità (o talento naturale) e delle necessarie conoscenze tecniche ad intraprendere un percorso di creazione di una impresa in proprio, anche sotto la forma giuridica della start-up innovativa.

Da un esame delle imprese start-up innovative iscritte nell´apposito albo istituito presso le Camere di Commercio, si è evinto che il felice connubio fra temi legati all´ambiente e sviluppo della tecnologia dell´informazione rappresenta uno dei terreni ideali per la nascita delle nuove start-up innovative. Ma ne esistono anche altri. Si pensi a solo titolo di mero esempio alle applicazioni in ambito salutistico (tele-medicina), oppure alla riscoperta di alcuni mestieri tradizionali attraverso l´utilizzo delle nuove tecnologie sia informatiche che produttive.